Figure retoriche

Figure retoriche

Allitterazione: ripetizione di una lettera o sillaba in parole successive. Es.: Il pietoso pastor pianse al suo pianto (Tasso, Gerusalemme Liberata, VII,16)

Anacoluto: consiste nella rottura della corretta correlazione grammaticale tra due costrutti di uno stesso periodo. Es.: Lei sa che noi altre monache, ci piace di sentir le storie per minuto (Manzoni, Promessi sposi, cap.IX)

Anafora: ripetizione di una o più parole a inizio frase/verso, per sottolineare un’immagine o un concetto. Es.: Ascolta. Piove dalle nuvole sparse. Piove su le tamerici salmastre ed arse (D’Annunzio, La pioggia nel pineto, vv.8-11).

Antitesi: contrapposizione di idee espressa mettendo in corrispondenza parole di significato opposto o in contrasto. Es.Vergine Madre, figlia del tuo figlio, (Dante, Divina Commedia, Par.XXXIII,1).

Antonomasia: Consiste nel sostituire un nome comune con un nome proprio o una perifrasi; oppure, viceversa, sostituire un nome comune con un nome proprio o una perifrasi che ricordi in modo univoco la qualità della persona o cosa stessa. Es.: Il flagello di Dio per Attila; – Eroe dei due mondi per Garibaldi; – La regina del pop per Madonna; – La pantera di Goro per Milva, ma anche “il bignami” per libro di testo sintetico, la “nutella” per crema di cioccolata e nocciole.

Assonanza: È l’uguaglianza, fra due parole, delle sole vocali, a contare dalla vocale tonica in poi. Es.: Fresche le mie parole ne la sera / ti sien come il fruscìo che fan le foglie (D’Annunzio, Sera fiesolana).

Chiasmo: consiste nella disposizione incrociata degli elementi costitutivi di una frase, in modo da cambiarne l’ordine logico. Es.: né il sol più ti rallegra / né ti risveglia amor, (Giosuè Carducci, Pianto antico, 15-16), dove è il sole che risveglia e l’amore che rallegra; Cesare fui e son Iustinïano (Dante Alighieri, Divina Commedia, Par. VI, 10).

Climax: disposizione di parole e frasi, secondo una gradazione sempre più in crescita. Es.: Ecco sono agli oltraggi, al grido, all’ire, / al trar dei brandi, al crudel suon de’ ferri (Ariosto, Orlando Furioso, XXIV, 785-786).

Consonanza: È l’uguaglianza, fra due parole, delle consonanti, a contare dalla vocale tonica in poi.

Ellissi: All’interno di una frase, consiste nell’eliminazione di alcuni elementi al fine di dare al periodo concisione e coesione. Es.: Chiara frequenta il liceo classico, Mara lo scientifico.

Enfasi: Consiste nel mettere in rilievo una parola o una frase con una particolare pregnanza, affinché non passi inosservata. Es. Egli sì che è un vero amico.

Enjambement: In poesia, frattura a fine verso della sintassi o di una parola causata dall’andare a capo verso. Es.: sol con un legno e con quella compagna / picciola da la qual non fui diserto (Dante, Divina Commedia, Inf.XXVI,101-102).

Epifrasi: Affine all’iperbato, consiste nell’aggiunta per coordinazione di una parola o di un enunciato ad una frase che ha già un suo senso, quindi è un di più, non strettamente necessario. Es.: Io gli studi leggiadri / talor lasciando, e le sudate carte (Leopardi, A Silvia).

Epitesi: Aggiunta di una vocale, alla fine di una parola, in appoggio. Es.: fu, diviene fue; – alcool diventa alcoole. Detta anche Paragoge.

Epiteto: Figura che consiste nell’addizione di alcuni elementi a singole parole o nomi. Es.: piè veloce Achille, – Pallade occhio azzurro.

Iato: scontro di due vocali. Es:Tanto gentile e tanto onesta pare (Dante, Vita Nuova).

Iperbato: metatassi che indica l’inversione di due parole nell’ambito di un verso o di una frase, con l’inserimento di altre parole. Es.: Me ad evocar gli eroi chiamin le Muse / del mortal pensiero animatrici (Foscolo, I Sepolcri)

Iperbole: consiste nell’esagerazione nella descrizione della realtà tramite espressioni che l’amplifichino. Es. Ti amo da morire!.

Ipostasi: Indica la personificazione di un concetto astratto. Es.: Una forma smisurata di donna….col busto ritto, di volto… (Leopardi, Dialogo della Natura e di un Islandese), concretizzazione della Natura.

Iterazione: sinonimo di Anafora.

Litote: dare un giudizio negandone il contrario. Es.: Quell’uomo non è un genio; – Don Abbondio non era nato con un cuor di leone (Manzoni, Promessi Sposi).

Metafora: È la sostituzione di un termine proprio con uno figurato. Es.: Non ho voglia / di tuffarmi / in un gomitolo di strade (Ungaretti, Natale,1-4)

Metonimia: Evocare un’idea citando al suo posto un concetto ad essa relativo. Es. “bere un bicchiere”, cioè “bere un bicchiere d’acqua”; – Lingua mortal non dice / quel ch’io sentiva in seno (Leopardi, A Silvia, 26-27). Es. “Via XX Settembre” per indicare il Ministero dell’Economia. Se si tratta di paragoni quantificativi la metonimia prende il nome di sineddoche.

Onomatopea: È l’insieme di trascrizioni fonetiche e riproduzioni di rumori, voci di animali e suoni. Es.: Il tuo trillo sembra la brina / che sgrigiola, il vetro che incrina… / trr trr trr terit tirit (Pascoli, L’uccellino del freddo).

Ossimoro: Antitesi di parole differenti fra loro che vengono accostate per dare un senso paradossale. Es.: Dotta ignoranza; – Sentia nell’inno la dolcezza amara / de’ canti uditi da fanciullo (G.Giusti, Sant’Ambrogio, 65-66).

Palindromo: È detta così l’espressione, di senso compiuto, leggibile da sinistra verso destra e viceversa. Es.: recai piacer;- ai lati d’Italia;- Roma tibi subito motibus ibit amo

Paradosso: Quando in una frase o concetto da premesse plausibili derivano assurdità illogiche. Es.: Io sto mentendo, se è vera, non sto dicendo la verità quindi è falsa; se è falsa, sto dicendo la verità, quindi sto mentendo.

Perifrasi: “giro di parole”, sequenza di parole per indicare una persona o una cosa. Es.: il ghibellin fuggiasco per Dante.

Pleonasmo: Espressione che non aggiunge niente, qualitativamente, nella frase in cui è inserita. Es.:A me mi piace la marmellata; – Che ce ne importa a noi? Dici sempre la stessa tiritera (Tozzi).

Prolessi: Anticipa un elemento dell’enunciato o della frase rispetto alla sua posizione nel logico ordine. Es.: Questo vorrei che facessi, che tu non aprissi la porta a nessuno.

Reiterazione: Consiste nel ripetere lo stesso concetto con altre parole. Introdotta di frequente con espressioni tipo cioè, – In altre parole, – ovvero.

Similitudine: è una figura retorica con la quale si chiarisce un concetto paragonandolo a qualcuno o a qualcosa di ben noto. È simile al paragone, ma i termini del confronto non sono intercambiabili. Es.: Qual è colui che sognando vede, che dopo ‘l sogno la passione impressa rimane, e l’altro a la mente non riede, cotal son’io (Dante, Divina Commedia, Par.XXXIII,58-61).

Sineddoche: Consiste nell’uso in senso figurato di una parola al posto di un’altra, si distingue dalla metonimia in quanto si basa su relazioni quantitative secondo le seguenti regole:

  • la parte per il tutto (tetto per casa);
  • il tutto per la parte (America per USA);
  • il genere per la specie (i mortali per gli uomini);
  • la specie per il genere (il piatto a tavola non ci mancail piatto a tavola per il cibo);
  • il singolare per il plurale (onde non tacque / le tue limpide nubi e le tue fronde / l’inclito verso di colui che l’acque (U. Foscolo, A Zacinto, 6-8); verso per versi)
  • il plurale per il singolare (O sacrosante Vergini, se fami, / freddi o vigilie mai per voi soffersi, / cagion mi sprona ch’io mercé vi chiami. (Dante, Divina Commedia, Purg.XXIX,37-39); fami, freddi per fame, freddo).

Sinestesia: Consiste nel trasferire un tipo di sensazione ad un altro appartenente ad altro dominio sensoriale. Es.: Ma per le vie del borgo / dal ribollir de’ tini / va l’ aspro odor de i vini / l’anime a rallegrar.(G. Carducci, San Martino, 5-8), dove la sensazione gustativa (aspro) si fonde con quella olfattiva (odor).

Sospensione: Si ha in pratica quando, nel corso di una narrazione si lascia volutamente sospeso il discorso.

 

 

 

 

Tags:

7 Responses to “Figure retoriche”

  1. mmaodds scrive:

    appuntiditutti.altervista.org ha un sacco di contenuti interessanti
    Martinez Chavez Jr. odds
    Chad Dawson Andre Ward odds

  2. Bianca scrive:

    Congratulazioni! Articolo molto bello!

  3. Merci d’avance et bonne chance! :)

  4. steroid use scrive:

    Mi piace leggere appuntiditutti.altervista.org e concepire questo sito ha alcune cose veramente utili su di essa!

  5. sunglasses spy scrive:

    tutte le Figure retoriche più importanti dalla A alla Z

Leave a Reply

*

Powered by WordPress | Theme by RoseCityGardens.com